Il PON  “Programma Operativo Nazionale”

Il Programma Operativo Nazionale per la Scuola 2014-2020 dispone di oltre 3 miliardi di euro, il 70% delle risorse del PON, che si applica per la prima volta all'intero territorio nazionale, saranno destinate alle Regioni meno sviluppate (Calabria, Campania, Sicilia, Puglia e Basilicata), mentre il 23,6% dei finanziamenti andrà a quelle più sviluppate (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria e Lazio) e il 6,4% a quelle cosiddette in ‘transizione’ (Abruzzo, Molise e Sardegna).

I fondi investiti per tale scopo sono detti Fondi strutturali. Essi sono strumenti finanziari gestiti dalla Commissione Europea per rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale riducendo il divario fra le regioni più avanzate e quelle in ritardo di sviluppo.

Il Fondo Sociale Europeo (FSE): Finanzia interventi nel campo sociale. Ha il compito di intervenire su tutto ciò che concorre a sostenere l'occupazione mediante interventi sul capitale umano: prevenire e combattere la disoccupazione, creazione di figure professionali e di formatori.

I beneficiari sono soprattutto giovani, donne, adulti, disoccupati di lunga durata, occupati a rischio di espulsione dal mercato del lavoro e gruppi a rischio di esclusione sociale.

Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR): Finanzia gli interventi infrastrutturali nei settori della comunicazione, energia, istruzione, sanità, ricerca ed evoluzione tecnologica.

Tra le azioni previste dal Programma figurano progetti per l'alternanza scuola-lavoro, la formazione professionale dei docenti, il potenziamento delle dotazioni tecnologiche e degli ambienti di apprendimento, il contrasto alla dispersione scolastica.

Il nostro Istituto è stato valutato ed ammesso ai finanziamenti per un importo totale di € 7.500,00 per lavori di ampliamento o adeguamento dell'infrastruttura e dei punti di accesso alla rete LAN/WLAN.